Oms: “Zika è un’emergenza mondiale”, ma non ci sono restrizioni ai viaggi

10 Novembre 2015
News ed Eventi

sanitariLa definizione di emergenza sanitaria deriva dalla constatazione che l’infezione può avere complicanze neurologiche, anche se la connessione tra il virus e i casi di microcefalia nei neonati non è conclamata, ma è “fortemente sospettata”.

Un dato, comunque, è certo: i funzionari dell’Oms hanno dichiarato che “non vi è ragione per porre restrizioni ai viaggi e agli scambi commerciali”. La preoccupazione principale, ora, è cercare di limitare la proliferazione delle zanzare del genere Aedes che, oltre a veicolare questo virus, sono portatrici anche della febbre dengue e della chikungunya.

Resta comunque chiaro il messaggio di Margaret Chan alle donne in gravidanza: “Meglio rimandare un viaggio nelle aree in cui è presente il virus – ha detto -, se questa scelta non intacca gli impegni familiari”. L’elenco dei Paesi con epidemie a rapida evoluzione e trasmissione in aumento o diffusa comprende Messico, Honduras, El Salvador, Venezuela, Panama, Colombia, Martinica, Suriname, Brasile e Guyana Francese.

Nella lista dei Paesi con trasmissione sporadica rientrano, invece, Guatemala, Ecuador, Haiti, Portorico, Saint Martin, Guadalupa, Barbados, Guyana, Bolivia e Paraguay

(fonte TTG News)

 

Scrivici su Whatsapp