Madrid: parte la prima esposizione dell’orrore di Auschwitz

29 Dicembre 2017
News ed Eventi

  

Il memoriale museo di Auschwitz – Birkenau, nato nel 1946 per iniziativa del Ministero della Cultura polacco e dichiarato dal 1979 patrimonio mondiale dell’Umanità dall’ UNESCO, è sicuramente una delle esperienze più forti della vita intera. Anche nell’era dei voli low cost e del turismo facile, però, non tutti hanno la possibilità di recarsi in Polonia per conoscere e toccare con mano l’orrore che ha colpito l’umanità in quegli anni.

Per questo motivo, per la prima volta, è stata allestita una grande mostra che offrirà a milioni di persone in tutto il mondo la possibilità di affacciarsi sulla memoria e sulla sofferenza di tanta gente.

La mostra è stata inaugurata a Madrid l’1 Dicembre 2017 e porta il nome di “Auschwitz. Not long ago. Not far away”. Essa non è altro che il risultato della cura di conservatori, archivisti e storici del Centro Ricerche di Auschwitz che mettendo insieme le loro forze sono riusciti a realizzare un’esposizione di oltre 600 reperti del campo di concentramento nazista più famoso racchiusa in 2500 mq.

All’interno di questo spazio allestito nei più piccoli dettagli avrete la possibilità di trovare valigie, scarpe, occhiali e altri oggetti personali insieme a frammenti di baracche, scrivanie dei comandanti e vagoni merci usati dalle ferrovie tedesche per il trasporto dei deportati. La mostra è un’occasione per un doppio viaggio: da un lato Auschwitz come luogo fisico, con la sua storia e le sue caratteristiche, dall’altro Auschwitz come simbolo e metafora della più grande manifestazione delle barbarie di cui l’uomo è stato capace.

La mostra resterà a Madrid sino al prossimo 17 giugno e successivamente farà tappa per 7 anni in 7 città del Nord America e in altrettante del Vecchio Continente. L’elenco delle località sarà nota sul sito ufficiale del Memoriale – Museo che potete visitare cliccando qui.

DGTRAVEL dal 25 al 29 Gennaio porta il suo Club dei Viaggiatori proprio a Madrid. Un’occasione per entrare in contatto non solo con il lato migliore del viaggio, ma anche con quello più profondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scrivici su Whatsapp